+39 338 190 24 36 press@famvin.org

PRESS RELEASE The International Vincentian Family signed the document calling the world to solidarity and action to protect the homeless from Covid-19

Among the one hundred signatures that call the world to solidarity and action to protect the homeless from the spread of COVID -19, we must mention the International Vincentian Family. This list, intended to continue to grow with the signatures of more institutions and individuals, can be viewed at https://covid19-protecting-screening-rehousing.com/ and includes the signatures of many beneficent associations and organizations that are active in different parts of the world.

The premise of this appeal is based on the vulnerability of the most fragile members of society at this complex moment, individuals such as those who are homeless, refugees, and those who already live in precarious conditions. The petition of these associations arose from this stated reality and it is for that reason that they request that the people included in the aforementioned categories be given priority in the COVID-19 screening test process. These men and women are at tangible risk of becoming infected with the virus, and their precarious living situation is an aggravating risk factor. Neglecting these individuals can only worsen the overall epidemiological situation. Therefore, urgent priority measures must be taken to stop the spread of COVID-19, including the protection of the homeless.

In order to protect the homeless and vulnerable individuals in general, it is essential: to promote access to safe and appropriately hygienic housing that allows isolation … thus controlling the possible transmission of the virus (in the present common housing conditions, such quarantine is impossible); to guarantee basic needs including food and access to health care; to provide necessary equipment for the reduction of risk (masks and gowns); since so many services and shelters are closed, there is a need to provide these vulnerable individuals with access to counseling and assistance; in light of the lack of safe alternatives to public space, there is a need to protect the homeless from punitive policy measures. 

A proactive and systematic research policy is also needed. For obvious public health reasons, there is an urgent need to conduct Covid-19 tests on homeless people and refugees and to separate those who test positive and thus control the spread of the virus. At the same time there a need to test volunteers and medical personnel who are in daily contact with these vulnerable groups of people as well as to keep people sheltered. In light of the economic impact of the crisis, it is necessary to establish structural solutions for access to housing, which has become, more than ever, a public health imperative.

Elena Grazini

Press Office 

Famvin

+39 338 190 24 36

elena@elenagrazini.it

PRESS RELEASE A Delegation of the Vincentian Family Participated in the 58th Session of the Commission for Sociation Development at the United Nations

Last week, a delegation of the Vincentian Family participated in the 58th Session of the United Nations Commission for Social Development (New York). There was much satisfaction with this event that began in 2017 at the time of the 400th anniversary of the birth of the Vincentian charism. It was during that celebration that a decision was made to join together in the worldwide struggle against homelessness.

Following in the footsteps their founder, Saint Vincent de Paul, the Vincentian Family has identified homelessness as a very serious social “scourge”. Thus, there is am urgent pressing need to provide people not only with a roof and a floor, but to provide people with a home, a place where they can raise a family in a safe and secure environment, a place of peace and a place of belonging.

With this objective, the Vincentian Family has committed itself to become part of a working group on homeless and joined together with forty-one other organizations to bring this matter to the attention of the United Nations.

Throughout its long history of 75 years, rarely has there been any mention of “Homelessness”. The lack of a clear definition of the problem has led the member states and international organizations to ignore one the fundamental rights of humanity, the right to housing. Therefore, the working group to end homelessness has advocated in a tireless manner to include this theme on the agenda of the UN. The result of this process is seen in the fact that the 58th Session of this Commission has now placed homelessness on the agenda of the UN.

This is a revolutionary achievement that, without a doubt, should be viewed as a milestone in this journey that still needs much work and commitment. The fundamental aspect is that each country must analyze this problem, define it and quantify it so that an appropriate policy can be created to address the issue of homelessness within a country. In the last two years, the Working Group has developed a draft resolution for the Member States and has also established partnerships with the missions of the Member States at the United Nations. These two combined efforts resulted in a resolution of the United Nations that gave the following theme to this current year: “accessible housing systems and social protection systems for all, to address homelessness.”

The publication of a document shared by all and signed by all is certainly not the immediate solution to the problem of homelessness, but it is at least one way to start addressing this issue in a global manner.

It should be noted that during this session of the Commission more than sixty parallel events were organized, closely followed by NGOs from around the world. All of this allowed the participants to dialogue, deepen their understanding of the issues, get to know each other and, above all, understand that the path that has been initiated, is now a path shared by many and that this Commission for Social Development has initiated a worldwide movement.

Elena Grazini

Press Office

For the Vincentian Family

+39 338 190 24 36

elena@elenagrazini.it

FHA – Famvin Homless Alliance

L’Alleanza per i Senzatetto della Famiglia Vicenziana – FHA (Famvin Homless Alliance) nasce nel 2017 su impulso dei Leader delle differenti realtà religiose e laiche che compongono la grande Famiglia Vincenziana per celebrare i 400 anni dalla nascita del Carisma Vincenziano. 

Obiettivo specifico è quello di concentrare gli sforzi della Famiglia Vincenziana di tutto il mondo  a lavorare in modo concreto, ma al tempo stesso creativo, per favorire un cambiamento sistemico a favore degli oltre 1.2 miliardi di abitanti di questo mondo che sono privi di un posto da chiamare casa. La definizione di Senzatetto comprende i senza fissa dimora delle strade, i rifugiati, gli sfollati e anche coloro che vivono nelle baraccopoli e in alloggi inadeguati. 

Con l’aiuto dell’intera Famiglia Vincenziana, la FHA sta lavorando per un cambiamento effettivo e sostenibile nella vita di migliaia di Senzatetto in tutto il mondo: incoraggiando lo sviluppo di nuovi servizi;  costruendo una rete tra i gruppi Vincenziani che già lavorano in  tale contesto dalle mille sfaccettature; sostenendo e favorendo leaders emergenti o già operativi; promuovendo la condivisione delle migliori strategie fra le differenti parti della Famiglia Vincenziana; esercitando pressione a livello istituzionale per cambiamenti strutturali su scala nazionale, territoriale e mondiale a favore dei Senzatetto; realizzando e mettendo a disposizione materiali formativi a sostegno di questa iniziativa per ciò che riguarda la nostra Spiritualità Vincenziana.

La Famiglia Vincenziana ha una tradizione di 400 anni di servizio ai poveri, in molti ambiti differenti tra cui quello dei Senzatetto. In questo senso, la missione della FHA si sviluppa quindi su un terreno già davvero familiare ai Vincenziani di tutto il mondo. La FHA è ora in grado di fornire una struttura tale da riunire tutti i membri della Famiglia, consentendo a ciascuno di raccontare la propria storia, di condividere le conoscenze e collaborare localmente per raggiungere obiettivi mondiali comuni a beneficio dei Senzatetto. 

Questi obiettivi includono la creazione di una prima mappa mondiale del sostegno Vincenziano ai Senzatetto; la creazione di una rete di comunicazione per condividere le esperienze e conoscenze di ciascuno; lo sviluppo di una autentica Voce Vincenziana per i Senzatetto davanti alle Nazioni Unite e alle altre Istituzioni Mondiali. Ci proponiamo infine di ispirare una serie di progetti basati su collaborazioni e interventi che possano avere un effetto reale nella vita dei Senzatetto di tutto il mondo. Un esempio di come può cambiare la vita è la Campagna 13 Case. 

Il nome della Campagna prende spunto da un episodio legato proprio alla figura di San Vincenzo de’ Paoli. Tutto ebbe inizio quando nel 1643 Re Luigi XIII assegnò a San Vincenzo l’equivalente di un milione di dollari come donazione per la missione della sua Congregazione. San Vincenzo scelse di usare quei soldi per costruire 13 Piccole Case vicino a Saint-Lazare a Parigi, la casa madre della Congregazione della Missione, per prendersi cura dei bambini abbandonati. I costi correnti di queste case furono sostenuti dalle Dame della Carità e la cura degli stessi bimbi divenne parte del lavoro delle Figlie della Carità. Lavorando insieme la Famiglia Vincenziana ha aiutato migliaia di bambini che altrimenti sarebbero morti nelle strade. 

Ma molto di più ha fatto questa stessa collaborazione Vincenziana per i Senzatetto. Ha distribuito aiuti agli sfollati nella zona di guerra dell’Alsazia Lorena e ha sostenuto e ospitato rifugiati in fuga dai luoghi di battaglia. Ha offerto la Casa di Cura “Il Nome di Gesù” nel 1652 per ospitare, vestire, nutrire e formare le persone anziane che vivevano per le strade o nelle baraccopoli di Parigi. Ha avuto il merito di lanciare Les Petites Ecoles (Le Piccole Scuole) per donare ai poveri l’alfabetizzazione, la matematica e l’educazione – consentendo loro di sfuggire alla povertà intergenerazionale che spesso li costringeva alla stessa condizione di Senzatetto dei loro padri. 

Oggi ci troviamo di fronte agli stessi problemi che San Vincenzo ha affrontato, ma su scala globale. Dei 7 miliardi di persone presenti su questo pianeta circa 1,2 miliardi sono Senzatetto – sono sfollati, vivono nelle baraccopoli o nelle strade delle nostre città. Molti di loro sono stati allontanati nel momento in cui più necessitavano aiuto – balzano alla mente le parole che smorzano la gioia nella narrazione della natività secondo Luca: “non c’era posto per loro nell’albergo.” (Luca 2:7) 

“Noi ci siamo ispirati alle 13 Case di San Vincenzo. Egli vide un bisogno e rispose con un’azione concreta. Oggi vediamo la necessità di oltre un miliardo di uomini, donne e bambini. La Campagna 13 Case è stata creata in risposta alle loro esigenze; imparando e lasciandosi ispirare dallo spirito dello stesso San Vincenzo. – fanno sapere dalla FHA -. Per noi, le 13 Case di San Vincenzo sono un’ispirazione, non una formula. I Progetti 13 Case di oggi saranno inevitabilmente diversi in ciascun paese, a seconda delle esigenze della comunità locale. In alcuni luoghi potranno consistere nello sviluppo di alloggi o rifugi per i Senzatetto. Potranno consistere nella ristrutturazione di appartamenti abbandonati, o nello sviluppo di una mensa di cui c’è urgente bisogno per riunire i più poveri intorno a un tavolo. Potrà trattarsi di un progetto di visite volto ad accogliere i rifugiati in un paese o sostenerli nei vari accampamenti in tutto il mondo. Potrà essere un piano già messo su carta, o qualcosa che deve ancora essere concepito. A prescindere dalla forma che assumerà, si tratta di una risposta pratica e locale, con una visione a lungo termine in grado di affrontare questo problema globale.” 

Di seguito alcuni esempi concerti di questa prima fase-pilota della Campagna che è partita a settembre dello scorso anno e conta di svilupparsi nell’arco di 3-5 anni

Vincent is home (USA): https://vfhomelessalliance.org/blog/category/13-houses-fha/13-houses-campaign-bulletin/

Great Britain’s Ambitious 13 Houses Plans: https://vfhomelessalliance.org/blog/2019/04/30/great-britains-ambitious-13-houses-plans/

A View from India – The Congregation of the Mission in Southern India and the 13 Houses Campaign: https://vfhomelessalliance.org/blog/2019/03/28/a-view-from-india-the-congregation-of-the-mission-in-southern-india-and-the-13-houses-campaign/ 

Hope for Venezuela’s Refugees: https://vfhomelessalliance.org/blog/2019/03/14/hope-for-venezuelas-refugees-c13h/  

www.vfhomelessalliance.org 

Famvin Homeless Alliance @vfhomelessalliance 

@famvinalliance @famvinalliance 

famvin-homeless-alliance 

Famvin Homeless Alliance – FHA 

press@famvin.org +39 338 190 24 36